Elaborato Planimetrico

elaborato-Planimetrico

 11,16 + IVA

Disponibile in 10 minuti

L’Elaborato planimetrico   è il disegno in scala del fabbricato, raffigurante la sagoma dell’edificio el’indicazione degli ingressi degli immobili e delle parti comuni che lo compongono . Richiedi l’elaborato planimetrico, con pochi click, ed in pochi minuti la riceverai comodamente , in formato PDF, nella tua casella mail

N.B.: La mappa potrebbe non risultare inserita nell’archivio del Catasto, per edifici costruiti prima del 1990, in questo caso il credito potrà essere utilizzato per altre richieste.

Compilando, comodamente da casa, un semplice form, senza lunghe code agli sportelli e senza muoverti, riceverai la documentazione richiesta in formato PDF nella tua casella. Semplice ed economico. Gli stessi servizi sono forniti dagli enti non affiliati preposti pagando gli oneri.

 

  • Compila la richiesta

    Completa il form qua sotto per richiedere il tuo Elaborato Planimetrico in pochi click

    * campi obbligatori
Categoria:

L’elaborato planimetrico catastale o anche  Mappa Edificio rappresenta graficamente, come dichiarazione di parte, la chiave di lettura della subalternazione eseguita dal professionista (geometra, ingegnere, architetto o altro tecnico abilitato) ovvero la sagoma di un edificio, le porzioni comuni, la suddivisione delle aree scoperte e, infine, gli accessi alle singole unità immobiliari.

l’elaborato planimetrico risulta quindi indispensabile per individuare soprattutto le parti comuni detti anche beni comuni non censibili (giardino, terrazzo, area box, cortili, ingressi, vani scale, centrale termica, ecc .…) ed i beni comuni censibili (garage condominiale, cantina condominiale, alloggio del portiere, ecc …) indicati nell’elenco subalterni.

Inoltre in base alla Circolare n. 9 del 26.11.2001 dell’Agenzia del Territorio l’elaborato planimetrico è obbligatorio per:

– denuncia di nuova costruzione quando siano presenti due o più unità immobiliari aventi porzioni e/o dipendenze in comune;

– denunce di unità in corso di costruzione quale che sia il numero di u.i. anche se non sono presenti parti comuni;

– denunce di variazione qualora l’elaborato sia già presente agli atti dell’ufficio ovvero quando si costituiscono beni comuni censibili e beni comuni non censibili.

La stessa circolare suddetta riporta il caso in cui non e’ obbligatorio il deposito o la redazione di un Elaborato Planimetrico ovvero qualora siano presenti solo corti di proprietà esclusiva di ogni singola unità immobiliare, le quali devono essere rappresentate graficamente per intero e senza interruzioni della linea di confine, esclusivamente nella corrispondente planimetria.